Cappella XLIII. Il Santo Sepolcro è considerato il cuore del Sacro Monte. Esso riproduce fedelmente il luogo di Terra Santa nel quale Gesù fu sepolto ed è il primo luogo costruito nel complesso. Fu eretto grazie al notabile varallese Milano Scarognino “affinchè potesse vedere Gerusalemme chi non poteva viaggiare”, come spiega l’iscrizione posta sopra la porta di ingresso. Il Sepolcro risulta concluso il 7 ottobre 1491. Settecentesco è invece l’oratorio aperto sotto la cella.
La cappella si articola in due ambienti: il primo, con Maddalena e l’Angelo, il secondo contenente la scultura in legno di Gesù, risalente alla fine del ‘400.

Scopri le altre cappelle

X