Cappella XXII. “Poi, rialzatosi dalla preghiera, andò dai discepoli e li trovò che dormivano per la tristezza e disse loro: «Perché dormite? Alzatevi e pregate, per non entrare in tentazione»” (Lc, 45-46). Nella cappella è illustrato il momento nel quale Gesù sveglia i discepoli, addormentati nell’orto degli ulivi.
Le statue dei discepoli e di Gesù furono plasmate da Giovanni d’Enrico (1605 – 1606) e dipinte dal fratello minore Melchiorre autore, inoltre, degli affreschi alle pareti (1612).

Scopri le altre cappelle

X